top of page
Image by Galen Crout
Spirale grafica

REIKI

Il sentiero che mi ha condotta a diventare Master Reiki, devo ammettere, è cominciato da una base di diffidenza. Per molti anni da profana, l’avevo identificato come una moda New Age fine a sé stessa. Grazie al percorso parallelo in pranoterapia e al mio ingresso nel mondo delle energie sottili, ho deciso di vivere l’iniziazione di primo livello Reiki. Questa esperienza mi ha cambiata nel profondo e mi ha permesso di capire, quanto la non conoscenza di un argomento, possa portarci a giudizi affrettati ed errati.

 

La mia formazione è avvenuta attraverso una scuola classica che segue gli insegnamenti del Monaco Buddista Mikao Usui.

Egli è nato a Kyoto in Giappone, nel 1865, dopo anni di studi e insegnamenti , decise che era arrivato il momento di scoprire la formula per guarire i ciechi e i lebbrosi che il Buddha utilizzava, imponendo le mani sui malati. Dopo mille tentativi, ebbe un’intuizione: Buddha era nato in India ed era lí che doveva cercare. Alla fine trovó la formula negli antichi Sutra scritti in sanscrito, che non erano mai stati tradotti.

Si recò sul monte Koriyama per 21 giorni, nei quali digiunó e meditó. Per non perdere la cognizione del tempo, mise davanti a sé 21 sassolini e a ogni giorno che passava, ne eliminava uno. Quando ormai la sua speranza stava per svanire, durante la ventunesima notte accadde un miracolo. Una luce tremolante si avvicinò a lui, e si diresse verso la sua fronte, catapultandolo all’indietro. Intorno a lui scorse milioni di sfere colorate con tutti e sette i colori dell’arcobaleno: gli erano stati donati i simboli segreti della guarigione, con i quali poté iniziare a compiere i suoi miracoli e trasmetterli alle generazioni future.

Il Reiki è una disciplina che si adatta a ogni età, credo, o religione. Non è solo una tecnica di guarigione, è piuttosto un cammino di evoluzione spirituale, è l’unione dell’uomo col divino.

Reiki è l’unione di due parole: 

-Rei. Energia vitale che permea tutto l’universo.

-Ki. Energia individuale.

L’energia Reiki scorre dall’universo al corpo dell’iniziato, uscendo dalle sue mani, permettendogli di diventare canale di guarigione a livello fisico, emotivo, mentale e spirituale, attraverso l’uso di simboli che sono stati tramandati nei secoli.

Grazie al Reiki, è possibile autotrattarsi o trattare, portando nuova linfa a tutto il corpo, eliminando stress e malessere e portando benessere ed equilibrio energetico.

I campi d’impiego sono molteplici e si integrano perfettamente con altre discipline olistiche.

Io personalmente lo utilizzo da tempo, assistendo a vere e proprie guarigioni.

 

Per concludere vorrei dire che le iniziazioni di primo, secondo livello e soprattutto il Master, mi hanno permesso di vivere un’esperienza mistica e di illuminazione che non posso ignorare. Da lì ho capito di avere ricevuto un dono prezioso e sento  la responsabilità di onorarlo, come canalizzatrice  e come formatrice.

White Fabric_edited.png
bottom of page